Nightmare il ritorno - Gek60
Crea sito
gazzellanera

Nightmare il ritorno

Aboliamo pure la retribuzione, già che ci siamo…

Free Image Hosting

Con lo statuto dei lavoratori meno posti di lavoro? E perché con la retribuzione quanti posti di lavoro si perdono? Tutti quelli che sono disoccupati, in pratica. Aboliamo pure quella, allora e raggiungiamo la piena occupazione nel breve volgere di qualche giorno. Fine della crisi assicurata. Che Dio ci liberi da questo automa senza cuore che spara boiate a tradimento.

Free Image Hosting

Con la schiavitù, ci sarebbe la piena occupazione, non ci sono dubbi in merito, e non ne ha anche il professore che di puttanate, ne spara una al giorno. Non è più difficile oramai immaginarselo, con un abito bianco di lino, un panama sulla testa e un gigantesco sigaro in bocca aggirarsi per immense piantagioni di cotone e banane a controllare il lavoro degli schiavi. Non è impensabile pensare di tirare fuori le galere triremi dai bacini di carenaggio per collocare i precari a vita ai remi, oppure reintrodurre l’aratro tirato dai buoi e guidato dai cassaintegrati. Si potrebbe addirittura pensare di sostituire le auto blu con 4 nerboruti disoccupati che sostengono la portantina del loro signore e despota.

Siamo alla farsa finale, l’uomo è logicamente perverso, e presiede un governo di matti, nel quale una vecchia strega ha sentenziato che il lavoro non è un diritto, sputando su mezza Costituzione. Adesso sappiamo, dopo che la stessa megera, ha preso a calci l’art. 18, che sono idee partorite nella testa di questo oscuro docente dalla carriera claudicante, ma dall’ascesa politica improvvisa e stupefacente. Non stupiamoci comunque delle gravi affermazioni sullo Statuto dei Lavoratori, una delle leggi più importanti del panorama normativo italiano, essendo “l’uomo logicamente perverso”, espressione di una destra ben riconoscibile. Meravigliamoci, ma forse non più di tanto oramai, dell’assordante silenzio della casta che lo appoggia, di quella piddina soprattutto.

I vampiri al governo pensano che la rivoluzione francese sia stata un fastidioso imprevisto. Ad oggi, non ne hanno azzeccata una, è possibile che si siano, terribilmente sbagliati anche su questa cosa… Non tutto “il male vien per nuocere”…

Fonte

  • http://pornodidattica.blogspot.it/2012/09/il-punto-1.html fracatz

    state sempre a frignà, nun ve va mai bene niente, non provate mai a pensà se sparereste le stesse cose una volta che vincendo al gratta e vingi fuste catapultati dall’altra parte, in quel 10% de cittadini che da secoli se fotte l’altro 90%.
    Nel frattempo, comprateve la terra che costa poco, barattateve i prodotti con gli altri contadini e mettetejelo nel culo anche voi, però armatevi perchè verranno affamati come lupi e cercheranno persino de rubavve l’ova nel pollaio